Archivi tag: kundalini

Mandala-Spirale

Standard

La spirale comune a tutti i popoli è un simbolo archetipo riscontrabile nel mondo vegetale (ad esempio la vite rampicante), in quello animale (gli avvolgimenti della conchiglia) e in quello umano (le impronte digitali).

L’universo si muove a spirali. Se soffiamo nel fumo, lo vedremo allontanarsi da noi con un movimento a spirale. Se agitiamo dell’acqua, creiamo un mulinello. Le stesse forze che influiscono sull’aria e sull’acqua danno origine alla forza gravitazionale che crea gli atomi, i sistemi solari e le galassie. La spirale è la forma assunta dal movimento dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo. Indica un moto circolare che si avvicina e si allontana da un punto centrale. Essa rende manifesto il movimento circolare che esce dal punto di origine; essa mantiene e prolunga all’infinito questo movimento; è il tipo di linea senza fine che collega incessantemente le due estremità del divenire … la spirale è ed esprime emanazione, estensione, sviluppo, continuità ciclica in progresso.

Sembra che gli essere umani siano spinti a muoversi attorno e verso un centro che è il Centro e la dimora di Dio. Le circumambulazioni rituali sono praticate dai devoti di molte religioni nel processo di avvicinamento ad un luogo sacro. In Giappone, i pellegrini procedono in salita attorno al sacro monte Fuji. I mussulmani girano attorno al santo dei santi alla Mecca. Più o meno allo stesso modo i cristiani intonavano inni percorrendo i labirinti a spirale sul pavimento delle cattedrali gotiche.

L’impulso a girare attorno a ciò che è sacro appartiene anche alle dinamiche interiori della psiche. Jung ha osservato che la crescita psichica descrive un percorso a spirale: “non ci si può sottrarre all’impressione che il processo inconscio sia mosso a spirale intorno ad un centro, avvicinandosi lentamente a questo, mentre le caratteristiche del centro si facevano sempre più distinte”. Jung sta parlando del processo di individuazione in cui l’Io assume il posto che gli compete di entità che ruota attorno al Sé, il centro della personalità.

Il disegno sinuoso della spirale allude anche alla forma del serpente. Sempre Jung collega la spirale al simbolo tantrico dell’energia vitale. L’India raffigura questa energia come il serpente Kundalini, avvolto in tre spire e mezzo attorno ad un punto alla base della spina dorsale. Il risveglio di questo serpente immaginario libera l’energia sottile del corpo, dando inizio a quel processo che culmina nell’unione della pura energia cosmica (Sakti) con la pura coscienza (Shiva). La spirale è quindi il simbolo della rivivificazione della vita attraverso il contatto con le energie creative e risananti degli strati profondi della psiche.

Le spirali nei vostri Mandala possono quindi essere l’indizio di un risveglio di energia.

Come il labirinto anche le spirali possono essere destrorso o sinistrorse. Le spirali tracciate in senso orario possono indicare che qualcosa sta emergendo alla coscienza, che sta iniziando un percorso di apertura verso l’esterno; le spirali tracciate in senso antiorario suggeriscono al contrario una involuzione, un ritiro verso la parte più intima di sé, un calo di energia