Il colore nel Mandala (IV parte) … Arancione e Viola

Standard

ARANCIONE => il fuoco mitigato. L’arancione è il colore dell’equinozio d’autunno, del tramonto, delle zucche e delle foglie autunnali.

Esso evoca l’energia che si è allontanata di un solo passo dalla fonte originaria (il rosso). Se pensiamo al rosso come energia grezza, l’arancione potrebbe rappresentare l’energia temperata dal giallo dell’intuizione, della comprensione e del pensiero. L’arancione è il fuoco mantenuto entro confini sicuri, come il falò attorno a cui si raduna un gruppo per narrare storie nelle sere invernali.

Il colore arancione nasce dall’unione del giallo (la figura paterna, la forza) con il rosso (l’energia).

Per tutti questi motivi la presenza di questo colore nel vostro Mandala potrebbe indicare volontà di riuscita, un buon senso di identità, un modo positivo di porsi nei confronti della vita.

L’arancione è il colore dell’estroversione: caldo, gioioso, piacevole. Esprime fisicità ed emozionalità orientate al compimento, al  movimento e alla creazione.

Tuttavia se diviene predominante nei vostri disegni arrivando a schiacciare tutti gli altri colori, potrebbe evidenziare un rapporto conflittuale con il potere, un atteggiamento ostile verso l’autorità oppure mancanza di autodisciplina.

In natura, l’arancione è anche il colore del sole al tramonto che con la sua tonalità calda alimenta quella vaga malinconia che accompagna il termine della giornata.

Contrariamente alla sua brillantezza, quindi, potrebbe assumere un significato intimistico: la fine di un ciclo, la tristezza dettata da un addio.

VIOLA => la trasformazione. Il viola rappresenta un colore particolare nel simbolismo mandalico. Esso nasce dall’unione del rosso con il blu, due colori che generano tendenze opposto nell’organismo.

Il primo suggerisce l’attivazione verso l’esterno, l’eccitazione, l’aggressività, l’energia da utilizzare per raggiungere gli obiettivi.

Il secondo evoca la quiete, la sedazione degli istinti, la ricerca del riposo, della vita pacifica, della riflessione interna.

Il rosso, come abbiamo visto, è il colore che rappresenta il maschile, mentre il blu è associato al femminile, il valore del viola consiste nell’unire queste due polarità.

Possiamo capirne meglio il significato se pensiamo al rosso come energia in azione e al blu come ricerca interiore; in questa accezione il viola evoca la spiritualità, il magico. Il viola oltrepassa il confine dell’azione per entrare in un territorio fatto di pensiero, di elevazione, di mistero; significa metamorfosi, sconfinamento in un altro mondo, dove esistono valori spirituali diversi.

Per questo il viola è caratteristico dei momenti di transizione in cui vi è la ricerca costante di un cambiamento, di un nuovo stato, di nuovi equilibri.

Il viola è dunque il colore della trasformazione, spesso sofferta, ma anche della creazione.

_______________________________________________________________________________________________________

Ricordo, ancora una volta, che questi articoli sul significato dei colori vogliono essere solo un suggerimento di lettura. Solo dentro di voi è racchiusa la risposta e la direzione da prendere! Ascoltatevi e lasciate che il senso affiori a poco a poco ….

Informazioni su Gabriella Costa

ArtCounselor (a indirizzo Pluralistico Integrato, formato ASPIC Roma) - Operatore nella Psicologia del Colore - Mediatore Familiare , Counselor di Coppia, Counselor on-line, Facilitatrice SoulCollage® Ideatrice del Metodo Mandala-Evolutivo© Professional Counselor ai sensi della legge 4/2013 Counselor Trainer/Supervisor Iscritta AssoCounseling REG-A0731-2012 Docente Formatore Iscritta all'AIF nr. 554 Membro del Consiglio Direttivo di ASCo Associazione Scuole di Counseling (www.http://www.scuolecounseling.it/) - Responsabile della Segreteria operativa - Direttore Didattico ARTcounseling e docente presso ADYCA asd - Roma , scuola di formazione in Counseling, i cui corsi sono riconosciuti da AssoCounseling Coniugo quindi la professione di formatore con quella di Counselor individuale con l’agevolazione di Gruppi di crescita attraverso i mezzi artistici (Mandala – Collage – Poesia – Scrittura Creativa – Pittura Intuitiva) e percorsi di Mediazione Familiare con l’obiettivo di preservare il diritto alla Bigenitorialità e Counseling di Coppia con il lavoro di formatore presso ADYCA e altre scuole di Counseling. Utilizzo il mezzo telematico Skype (gab.costa1) proponendo percorsi di crescita on-line, anche con il mezzo artistico, come primo approccio al Counseling . Ideatrice del progetto "Arte per Ri-Trovarsi" laboratori di immaginazione, arte e fantasia dove giocando con colori , forme, parole e immagini poter dar vita a nuovi scenari scoprendo nuove prospettive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...